Skip to content
0
Your cart is empty. Go to Shop
Menu

Il Bruciato 2020 Magnum

50

Esaurito

Formato:

1.5 l

Tipo:

Rosso

Paese:

Italia

Regione:

Toscana

Denominazione:

Bolgheri DOC

Uvaggio:

Cabernet Sauvignon 65%, Merlot 20%, Syrah 15%

Maturazione e/o affinamento:

8 mesi in barrique e 4 mesi in bottiglia

Gradazione alcolica:

14%

Temperatura di servizio:

18/20 °C

Abbinamento:

Filetto di carne, Ragù di cinta senese

Annata:

2020

Riconoscimenti: 

Descrizione

Padrone di casa del cosiddetto “anfiteatro bolgherese”, la tenuta Guado al Tasso di Antinori ospita per lo più vitigni alloctoni che hanno fatto e continuano a far grande la fama di questa parte di Maremma. Nato nel 2002, il Bruciato è assorto velocemente a vino di riferimento della tenuta, godendo oggi di una popolarità che supera facilmente i confini nazionali.

Il suo nome rimanda ad un episodio di qualche secolo addietro, quando alcuni abitanti della zona, a cui era stata vietata la caccia, diedero fuoco ad un bosco in segno di protesta e sfida agli allora signori di Bolgheri, il nobile casato Della Gherardesca, da cui gli Antinori hanno poi ereditato la tenuta di Guado al Tasso.

Con una preponderanza di Cabernet Sauvignon e percentuali progressivamente minori di Merlot e Syrah, unitamente a piccoli saldi di Cabernet Franc e Petit Verdot, il Bruciato si fa piacere ad un pubblico eterogeneo in grado di apprezzare il terroir bolgherese espresso con un tocco di modernità.

Vinificate separatamente, le uve hanno svolto la fermentazione malolattica parte in inox e parte in barrique per poi unirsi nel blend previsto per l’annata e maturare sempre in legno fino ad otto mesi.

Al degustatore Il Bruciato si presenta con una veste color rosso rubino intenso e consistente, inebria con note di piccoli frutti neri come il mirtillo e la mora per poi aprirsi a note terziarie che richiamano le spezie dolci ed il tabacco. In bocca si conferma un vino morbido e piacevole, con un tannino mediamente presente ed un’elevata freschezza che porta il sorso ad un piacevole equilibrio, prima di una chiusura con un leggero ritorno fruttato.

Il Bruciato si conferma vino elegante e seducente, capace di adattarsi bene a tante situazioni, sbarazzino e serio, ammiccante ed in grado di stupire all’occorrenza, soprattutto se proposto in grandi formati.

Approfondimenti sul Magazine:

Tenuta Guado al Tasso: come nasce un’eccellenza