Skip to content
0
Your cart is empty. Go to Shop
Menu

Serra della Contessa Particella No 587 Etna Rosso Riserva 2015

110

Esaurito

Formato:

0.75 l

Tipo:

Rosso

Paese:

Italia

Regione:

Sicilia

Denominazione:

Etna DOC

Uvaggio:

90% Nerello Mascalese, 10% Nerello Cappuccio

Maturazione e/o affinamento:

12 mesi in acciaio, minimo 24 mesi in botti da 15hl quindi 12 mesi in bottiglia

Gradazione alcolica:

13.5%

Temperatura di servizio:

18/20 °C

Abbinamento:

Formaggi stagionati, Secondi di carne rossa, Selvaggina

Annata:

2015

Riconoscimenti: 

Descrizione

Vede la luce nel 2020 un nuovo figlio del vulcano, un Etna Rosso Riserva che la famiglia Benanti attende ormai da molti anni per continuare un percorso già da tempo portato avanti, ovvero legare i propri vini alle contrade. In questo caso specifico si va ben oltre, identificando il nuovo rosso di punta di questa cantina con una particella specifica, la Nr. 587, situata in Contrada Monte Serra nel territorio comunale di Viagrande, sulle pendici del cratere secondario di Monte Serra, versante Sud-Est dell’Etna.

Legato ad un nome che ha fatto la storia della cantina Benanti, di cui esistono annate storiche ancora in forma eccezionale a conferma del grandissimo potenziale evolutivo dei vitigni autoctoni etnei, il Serra della Contessa Riserva dà il via ad una nuova fase della produzione ed offerta di Benanti, ora concentrata, dopo l’exploit del Pietra Marina, nella proposta di rossi dall’affinatura complessa, dai tratti eleganti e dalla produzione estremamente limitata.

Coltivate sulle ripide pendici del Monte Serra, a circa 500 metri d’altitudine e con esposizione a Est/Sud-Est, le vigne dei Nerelli sono impiantate nella tradizionale tipologia ad alberello su un suolo sabbioso e minerale, con elevante pendenze ed a piede franco. Viti per lo più pre-fillosseriche e con più di cento anni di età, con alta densità e bassa resa per ettaro tale da garantire un’elevata qualità delle uve.

Il processo di vinificazione ed affinamento di questo Rosso Riserva è assolutamente peculiare, utilizzando Benanti dei lieviti indigeni di proprietà ottenuti dopo anni di studi e sperimentazioni sui propri vini. Dopo la vendemmia ultimata verso gli inizi di Ottobre, le uve fermentano in acciaio con lunghe macerazioni prima di maturare in legno per almeno due anni e quindi riposare in bottiglia prima del rilascio sul mercato, che avviene per la prima volta nel Novembre 2020.

Vino elegante e con un grande potenziale di invecchiamento davanti, non minore ad un ventennio, si presenta rosso rubino nel bicchiere, con tendenza al granato, mediamente trasparente e consistente; al naso emerge una frutta di bosco selvatica, come la mora, spezie dolci, note legnose ed accenni di ceralacca. Il sorso è immediato, potente, intenso, mediamente tannico ed assolutamente minerale, con acidità e morbidezza ben presenti prima di un finale elegante e piacevole, molto persistente.

Il Serra della Contessa Riserva è una novità ben salda su un’esperienza ed una tradizione molto radicate a livello di terroir e pratiche di cantina, elevata all’ennesima potenza dalle sapienti mani (e menti) della famiglia Benanti, da sempre un riferimento dell’enologia etnea e non.

Dalla tiratura molto limitata, inferiore alle tremila bottiglie e con poche decine di magnum, il Serra della Contessa Riserva sarà un sicuro protagonista delle cantine e collezioni dei (pochi) fortunati che riusciranno ad averlo.