Skip to content
0
Your cart is empty. Go to Shop
Menu

Riesling Scharzhofberger Spätlese 2019

295

Solo 3 pezzi disponibili

Formato:

0.75 l

Tipo:

Bianco

Paese:

Germania

Regione:

Mosel-Saar-Ruwer

Denominazione:

Mosel Prädikatswein

Uvaggio:

Riesling

Maturazione e/o affinamento:

Vinificazione in legno e alcuni mesi di affinamento in acciaio sui lieviti

Gradazione alcolica:

9%

Temperatura di servizio:

8/10 °C

Abbinamento:

Linguine granchio e pomodorini, Pad Thai, Pollo tandoori

Annata:

2019

Riconoscimenti: 

Wine Advocate: 98/100

Descrizione

Etichetta di fama mondiale, il Riesling Spätlese di Egon Müller esprime l’anima del vitigno Scharzhofberger in versione semi-secca intesa alla tedesca, quindi con un residuo zuccherino compreso tra i 76° ed i 90° Oechsle.

E’ una delle versioni più intriganti proposte da Egon Müller, caratterizzata da una struttura evidente nonostante la giovane età, sensazioni gusto-olfattive sorprendenti  ed un gioco continuo nel bilanciare acidità e zuccheri

Da Riesling in purezza coltivato nell’omonimo vigneto ad un’altitudine media di circa 200 metri sul livello del mare, insistente su strati di ardesia grigia e rossa coperti da argille con elevato contenuto di ossido di ferro e con esposizione prevalente a Sud, lo Spätlese è figlio di pratiche in vigna rigorosissime, dove la voluta assenza di prodotti chimici e di sintesi spinge ad un’elevata manualità nel curare le vigne anche in contesti di elevata pendenza, fino al 60%. Limitata tra i 30 ed i 50 quintali la resa per ettaro così da estrarre il massimo da ogni singolo acino, nell’eterno equilibrismo che a queste latitudini caratterizza la ricerca della maturità ideale.

Dopo un’attenta vendemmia tardiva manuale avvenuta minimo sette giorni dopo i Kabinett e un’attentissima movimentazione in piccole cassette per preservare i delicati acini del Riesling, la pigiatura anticipa una stabilizzazione del mosto fiore per circa 24 ore, prima dell’avvio della fermentazione con lieviti indigeni in “fuder” di quercia da 1000 litri a bassa temperatura. In assenza di malolattica, il mosto viene poi portato a bassissime temperature in acciaio così da far precipitare i tartrati prima di filtrazione ed imbottigliamento, secondo tradizione.

In degustazione lo Scharzhofberger Riesling Spätlese si presenta di colore giallo tra paglierino e dorato, decisamente brillante e con un bouquet olfattivo sorprendente che introduce note esotiche di mango e papaya, quindi di pesca bianca, di gardenia, polline e fiori di limone, oltre a sentori di roccia bagnata e leggermente sulfurea.

In bocca emerge il contrasto tra elevata acidità e sapidità contro un grado zuccherino e corredo glicerico, in una danza che non vede nessuno dei due gruppi primeggiare ma che anzi accentua il comportamento assolutamente intrigante di questo vino, prima di una chiusura decisamente persistente, sapida e con un tocco piccante.

Da Egon Müller bisogna sempre aspettarsi vini che sappiano sorprendere ed intrigare, che abbiano davanti una vita evolutiva unicamente complessa e fatta di cambiamenti, anche importanti, che segneranno in modo indelebile l’esperienza degustativa: lo Scharzhofberger Riesling Spätlese si trova decisamente a suo agio in questo contesto e davanti a questa prospettiva, pronto, come tutti i vini di Egon Müller, a diventare leggenda.