Skip to content
0
Your cart is empty. Go to Shop
Menu

Saffredi 2019

95

Esaurito

Formato:

0.75 l

Tipo:

Rosso

Paese:

Italia

Regione:

Toscana

Denominazione:

Maremma Toscana IGT

Uvaggio:

70% Cabernet Sauvignon, 26% Merlot, 4% Petit Verdot

Maturazione e/o affinamento:

18 mesi in barrique (70% nuove)

Gradazione alcolica:

15%

Temperatura di servizio:

18/20 °C

Abbinamento:

Buglione, Pappardelle al cinghiale, Zuppa di ceci e porcini

Annata:

2019

Riconoscimenti: 

Wine Advocate: 97/100

Descrizione

Il Saffredi ormai da più di trent’anni un’etichetta di riferimento nel caleidoscopico mondo del vino rosso toscano, parte del gruppo dei cosiddetti Supertuscan che ha contribuito ad issare la bandiera della Maremma grossetana sul tetto del mondo.

Voluto fortemente da Elisabetta Geppetti per dedicarlo al padre Fredi con l’aiuto del grande enologo Giacomo Tachis, questo vino proviene da un singolo vigneto situato a Pereta, a circa 250 metri di altitudine sul livello del mare, sulla strada che da Scansano si dirige a Sud-Ovest verso Magliano in Toscana e quindi verso la laguna di Orbetello. Sono 14 gli ettari dedicati al Saffredi composti dalla cosiddetta vigna vecchia, impiantata nel 1985 con esposizione Sud-Ovest e dalla vigna nuova, risalente al 2006, con esposizione Sud-Est, impiantati su terreni con prevalenza di arenaria, poca sostanza organica e tracce di argilla.

Con una densità di impianto pari a 4000 ceppi/ettaro ed una resa volutamente contenuta a 50 quintali, le uve provenienti dai vitigni alloctoni che compongono il Saffredi svolgono una prima fermentazione in acciaio inox a temperatura controllata pari a 26 gradi centigradi, con macerazione sulle bucce fino a 45 giorni prima del travaso in barrique, nuove per il 70%, dove si avvia un affinamento di 18 mesi prima dell’imbottigliamento e del rilascio al pubblico.

L’annata 2019 è stata qualitativamente molto positiva, con un aumento generalizzato delle rese in tutta l’area maremmana e condizioni fitosanitarie e di maturazione eccellenti al momento della vendemmia, effettuata nella prima metà di Settembre per il Merlot e nella prima di Ottobre per Cabernet Sauvignon e Petit Verdot.

Dalla grande eleganza nel bicchiere grazie ad una veste rosso rubino scuro e concentrato, al naso il Saffredi mostra un bouquet ampio che spazia da note di frutta di bosco come la mora, il ribes nero e la prugna a sentori floreali di viola, continuando con decise note di lavanda, rosmarino e menta, quindi roccia frantumata, cuoio e persino asfalto ed inchiostro. Al sorso è potente ed intenso, capace di bilanciare la sua forza in modo delicato grazie a tannini rotondi e setosi, al pari di un ottimo bilanciamento tra acidità e sapidità prima di una chiusura lunghissima ed armoniosa.

Il Saffredi è un vino che non ha bisogno di presentazioni, è una certezza nell’universo enologico toscano e, nello specifico, maremmano in grado di confermarsi anno dopo anno grazie al tocco sempre elegante, aggraziato ma anche fermo e deciso di Elisabetta Geppetti, eccezionale Signora del vino italiano.

Bottiglie Consigliate